Sinossi e note di regia

SINOSSI

Il 20 luglio 2001, mentre a Carlo Giuliani toglievano la vita, al nostro protagonista veniva donata. Ribelle, anticonvenzionale, controcorrente, nel fiore dell’adolescenza e dei suoi dogmi assoluti. Alla ricerca dell’affermazione di un sé personale e anticonformista, contro un padre autoritario e assolutista, contro un sistema consumistico e omologante. Con un buon amico, un primo amore ribelle, un’”anima bella” per guida e il punk nelle vene, sfiderà il padre, le convenzioni e tutto l’ordine costituito.

NOTE DI REGIA

«Se si potesse recuperare l’intransigenza della gioventù, la cosa che ci indignerebbe maggiormente sarebbe il vedere quello che siamo diventati»

André Gide

Quante volte vi hanno detto che non avevate futuro e che stavate sbagliando tutto? Tante, troppe volte, soprattutto da adolescenti.

Ed è a questo che si ribella il nostro protagonista che con disperata vitalità rivendica una possibilità di futuro diversa da un lavoro triste e malpagato.

Per farlo è disposto a tutto e a pagare il prezzo delle sue scelte personali e fuori dal branco.

Un adolescente niente affatto figlio del nostro tempo che sfida tutto e tutti per realizzare i suoi ideali e diventare se stesso.

Un punk fuori tempo che si ribella all’autoritarismo paterno e all’ipocrita perbenismo di una società dominata dal dio denaro, e che sceglie di vivere a modo suo.

Un film sull’assenza del padre e sulla famiglia vissuta come scelta e non come semplice dato biologico.

Infine anche una storia di amore e di amicizia con le sue inevitabili delusioni e i suoi fugaci vaneggiamenti.